Vedute

(1975 – n° 236)

Racchiuso nel mio
guscio secolare
osservo all’esterno l’assurdo

Einstein
scrive contro il militarismo
ma collabora alla distruzione atomica

Racchiuso nel mio guscio secolare
nessuno può obbligarmi a vedere
ciò che non voglio

può impedirmi di non vedere
ciò che mi attrae e mi affascina.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Annunci

Con il sorriso sulle labbra

(1975 – n° 235)

Erano le tre del pomeriggio
quando sotto il sole
arrivai da te

meravigliata
mi accogliesti

non riuscivi a dire niente
niente ch’io non sapessi già.

Bevemmo qualcosa
poi uscimmo

girammo tutto il giorno
per la tua città
senza meta

ma ci accorgemmo in un solo momento
che ci stavamo guardando
nel profondo degli occhi
senza parole.

Abbracciati
continuammo il nostro cammino
con il sorriso sulle labbra.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Non amarti

(1975 – n° 232)

Pensieri

maledetti pensieri
che scavano nel passato

vagano
vangano e rinvangano

oh
ecco il tuo bel viso
ma non ti amo

non più.

Vagano
vangano e rinvangano

che stolto
perdere la ragione per te

maledetti pensieri che scavano

quel giorno non volli seguirti
perdonami se vuoi

non m’importa

oh
quel tuo bel corpo
ragazza mia

non più.

Ricordi

parlavo con lei

neanche un cenno
uno sguardo

ma è lei quella
che ha preso
il posto tuo.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Fermare il tempo

(1975 – n° 229)

Poter fermare il tempo
senza mai invecchiare.

Cambieremo nella mente
e nel corpo,

cambieranno le generazioni
e le idee,

non avremo più niente
in comune col futuro,

tutto ciò che siamo
l’avremo lasciato indietro.

Poter fermare il tempo
e rimanere a questa età,

l’inarrestabile successione degli anni
mette paura.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati