L’uccello

Che sensazione strana
immaginarmi coperto di
piume
sono ancora umano
ma assumo la coscienza
di un uccello,
e mi scopro senza
consapevolezza,
quello che mi rende diverso
non sono le ali,
manco le ho pensate,
ma tutte queste piccole
piume colorate che mi
ricoprono il viso.
Mi accorgo che non ho
nessun pensiero di morte,
nemmeno di vita,
come se non esistessi.

Sono un uccello, faccio
parte della Natura
esisto e basta, il resto non
ha importanza perché la
mia consapevolezza è di essere
parte del tutto.
Mi addormento al tepore
delle piume che mi rivestono
il corpo
riflettendo sulla forma e la
funzione del becco che mi
ritrovo invece della bocca
ma questa riflessione non
ha ormai più senso.
Metto la testolina sotto l’ala
e mi addormento,
la giornata è stata lunga
ma son contento.

Carlo Becattini ©

Annunci

4 pensieri su “L’uccello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...