La sirena e il marinaio

E’ finito il tempo
d’essere romantico
quando ti paragonavo
ai fiori di campo
in primavera,
quando la luna
ti regalavo, che ingenuo,
ed il tremito
dell’incertezza che mi coglieva
nel guardarti
negli occhi belli.

Ora proprio non
riesco più a sciogliermi
davanti a niente
se non la morte.
Ma non tutto è
perduto e tu ancora
stazioni nei miei pensieri
di vecchio
e quel che sembrava
solo un debole ricordo
s’è rivelato essere la tua
essenza
e sei così viva e reale
che pare impossibile
averti osservata con la
lente deformante del
romanticismo più sfrenato.
Sei sempre stata una sirena
ed io uno stupido
marinaio.

Carlo Becattini ©

Annunci

6 pensieri su “La sirena e il marinaio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...