Piango

Piango madre per
questa vita vuota
che si restringe
lungo la discesa
fino a togliermi
il fiato.

Dovevi dirmi che la
gioventù era falsità
invece m’hai illuso
con la bellezza
delle cose tutte.

Perché mi hai
taciuto il dolore
tu che di dolore
sei maestra
e la vita ti è stata
lunga e clemente.

Lo sai madre incosciente
che non ho più un futuro
e nemmeno il tempo
necessario, ormai è
tardi per tutto.

Ora dimmi, cedere alle
lusinghe della natura
ne è valsa la pena
o potevi farne a meno
e risparmiarmi la morte?

Non so se potrò amarti
ancora, madre mia,
o se passerò i miei
giorni futuri a maledirti.

Carlo Becattini ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.