Cena futurista

I bambini urlano come
dannati ed io, novello
Alighieri penso d’essere all’inferno,
la musica è ossessiva,
tutta percussioni e rimbombo,
forse il volume è aumentato.

Poco dopo tutti gli orchestrali
prendono i loro posti
e riempiono il locale,
è caldo nella penombra
che precede l’accesso al wc
nascosto agli sguardi
ma contrassegnato da un cartello.

I bambini stanno
stracciando la tovaglia
per farne coriandoli e
stelle filanti con cui
cospargere il pavimento,
le loro urla-pianto-risata
mi fanno rimpiangere Erode,
questa non è musica
soltanto, sta assumendo
connotazioni operistiche.

Adesso tutti urlano per
farsi capire, solo noi
tacciamo guardandoci allibiti.
Se solo qui ci fosse
Filippo Tommaso Marinetti
daremo un senso alla
cacofonia, in vece della
gratuità del caos.

Grazie a tutti
per la bella serata.

Carlo Becattini ©

Annunci

2 pensieri su “Cena futurista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...