Leggimi

Tu che mi leggi piano
come una carezza data
nel buio della notte
all’amato, all’amata,
ti prego non fare
ch’io fugga via, tienimi
con te, accanto a te
e leggimi ancora nei
momenti di conforto
ed in quelli sconfortanti
che vorresti piangere
ma non t’arrendi.

Leggimi piano nel buio
della notte o della vita
quando si rabbuia,
leggimi e rifletti su
quelle parole mai banali,
su quella strada battuta
dove in tanti han camminato
che non si vede più il sentiero,
che si è scordata già la meta.

Leggimi piano nel momento
più buio della nostra vita,
il mio, il tuo,
solo il buio ci unisce,
solo le mie parole ci legano,
solo un fremito ci sfiora,
il pensiero che s’incontra
vale più di un torrente di parole.

Leggimi piano.

Leggimi ancora.

Carlo Becattini ©

Annunci

8 pensieri su “Leggimi

  1. Bella… possono chiederti una cosa? Come sai conduco trasmissioni Radiofoniche tra cui anche quelle di poesie autori esordienti. Posso inserire questa nella puntata di luglio? Naturalmente facendo il tuo nome e cognome all’inizio?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...