L’attimo colto

Quante volte hai esalato
l’ultimo respiro
sul tuo corpo sudato.
Estate greve di sole
avara d’amore.
Contro il tronco sospinta
dal desiderio impaziente
e nella fretta scordare
l’educazione buona
del gentiluomo che non
infila la propria lingua
nella prima bocca che si offre
ma lentamente circuisce
ed infine in lei sprofonda
anzi dolcemente affonda,
attimo colto ed afferrato
che ancora volava stremato.

Carlo Becattini ©

Annunci

3 pensieri su “L’attimo colto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...