La strega

Ancora in quella posa
davanti al camino spento
la pelle marchiata
da simboli strani
come quella volta
durante l’auto-da-fè
quando mi lasciasti
con il fumo della legna.

Lascia che la mia mano
percorra la tua schiena
tra lo sguardo di sbieco
ed il tatuaggio sul corpo
lascia che il calore
del camino scaldi i
nostri corpi nudi
come quella volta in cui
mi uccidesti per sempre.

Lascia che il tuo sorriso
allevi ancora il mio dolore
per non essere riuscito a salvarti.

Carlo Becattini ©

Annunci

5 pensieri su “La strega

    • Ahahahah, no, no, tranquilla. Questa è una delle poche poesie che ho costruito guardando una foto. Nella foto era ritratta Viola (probabilmente conosci il suo blog di fotografia) appoggiata ad un caminetto…ed io mi sono sbizzarrito e l’ho dedicata a lei postandola sul suo blog, molto tempo fa. Comunque è una richiesta di perdono…forse 😄

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...