La gallina

Poesia dal manicomio criminale

Ho visto gli artigli
crescere sotto le unghie,
la mano malata
diventare zampa.

Lungo è stato il brivido
a percorrere la schiena.

Le gambe son diventate
ali, la pelle piume!
Piume splendide del
color de’ tuoi capelli.

Breve lo sconcerto
breve la meraviglia
prima che cominciassi
a beccarmi sulla testa.

T’ho presa per il collo
bello, lungo, affusolato
e l’ho tirato forte
come si fa con le galline!

Carlo Becattini ©

Annunci

L’incrocio

Andavo per la via dei desideri
quando incrociai quella dei ricordi,
all’angolo c’eri tu,
maglietta floreale dai tenui colori,
minigonna da brivido, quello
che provai.
Eri in ombra nella via dei ricordi
ed io al sole in via desideri,
ci guardammo con tristezza,
sapevamo di non poterci raggiungere,
sapevo di non poter appagare il desiderio,
perciò imboccai via dei ricordi
e me ne andai.

Carlo Becattini ©