Amarti

“Amarti…”
col tempo sta perdendo
il senso materiale ed
acquistando connotazioni
spirituali.

“Amarti…”
non vuole dire niente
e non so più perché
ho trascorso due terzi
della vita ad amare l’amore
o tutte le te incontrate.

Ho sacrificato tutta la vita
a parlare d’amore
neanche fossi il suo Dio…
o forse si… chissà…
ed ora cosa rimane se
non il vago ricordo di
una sensazione che scompare.

Carlo Becattini ©

Annunci

L’anima persa

Non ho riconosciuto la voce
ma il desiderio celato dagli occhi
s’è manifestato come un’apparizione
di quelle sconvolgenti
che cambiano la vita.

T’ho amata da subito se
si può chiamare amore lo
spassionato desiderio di te,
anima che a me sei venuta.

Ma quel desiderio non arrivava
era molto più del mio,
direi possesso da parte tua
e non mi son celato né fuggito,
tutto ti ho donato e subito,
vita compresa e con te son venuto.

Eri morta e non lo sapevo,
eri un fantasma e l’ho ignorato,
eri un’anima persa e t’ho seguita.

Carlo Becattini ©