Poesie incendiarie

Scrivo poesie incendiarie
e mentre il foglio brucia
vivo la mia rivoluzione.

Carlo Becattini ©

Annunci

Il messaggero dei segni

Leggerti come una runa celta,
capirti ma non comprendere
il messaggio dei segni
incisi sulla tua pietra,
sulla tua vita di pietra.

Apprezzarti in ogni tua forma,
uncino di svastica,
inno rituale sulle onde,
croce d’ogni tipo e misura,
mia adorata spirale
che si perde ai confini
del labirinto.

Capirti, come l’antico
rituale druido celebrato
nel bosco, sotto l’albero
più alto, quello più antico
e saggio.

Amarti come divinità primigenia,
manifestazione della natura
se non tua manifestazione
pura e unica.

Carlo Becattini ©