In volo

(10 maggio 1976 – n° 307)

Dalla finestra vorrei volare
e distendere sulla città le ali,
planare, impennarmi,
volteggiare, cadere,
rialzarmi.

Vorrei sorridere al mondo intero.

Dalla finestra volando
a terra son caduto,
mi sono sfracellato.

Il mio sangue
ha inumidito il suolo
tingendo di rosso tutti i fiori.

Posso infine volgere
lo sguardo alla mia terra,
di essa sono linfa
ed essa mi è sepolcro.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati