La nostra canzone

(1 luglio 1976 – n° 337)

Vado a dormire
per dimenticare
per un po’ di ore
il tuo volto,
la tua voce.

Di notte ti sogno,
e mi sveglio
al mattino,
più triste di prima,
più solo di prima.

Alla radio
una canzone,
la nostra….

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati