Il peso (del passato)

(20 settembre 1976 – n° 354)

L’ispirazione si fa attendere questa sera,
la penna riposa sul foglio,
non succede niente,
come tante altre volte,
mi sento vuoto.

Il ricordo di un passato gettato via
lascia percorsi di angoscia e dubbi,
non so se riuscirò a scacciarli
ancora una volta
per ricominciare da zero.

Sono sogni,
non si crea una nuova vita,
il passato non si cancella,
così come si cancella il futuro.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

4 pensieri su “Il peso (del passato)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.