All’imbrunire

(3 ottobre 1976 – n° 359)

Le luci della strada
al mio passare,
una ad una
si sono accese.

Aria calda sul viso,
musica nelle orecchie,
rossa la luce negli occhi.

Da una cantina musica e risate,
di ragazzi ballavano le compagnie.

Il mio passo vicino alla meta.

Nuovamente solo,
nel silenzio della strada,
il mio passo sul marciapiede.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Parole perdute

(1 ottobre 1976 – n° 358)

Ho nascosto una poesia
con la carta di giornale,
l’ho chiusa dentro un sacco,
l’ho gettata nella spazzatura.

Per te,
per il triste
ricordo felice,
per l’amore passato:
amarezza del presente.

Altre poesie dovranno morire,
nascondersi nella carta straccia
per poterti inutilmente inseguire.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Festa

(28 settembre 1976 – n° 357)

Tutti sono andati,
non c’è più nessuno.

Ho raccolto un anello,
cenere sulla poltrona,
cicche sul tavolino.

L’alone di una risata
mi ha colto all’improvviso.

Sono inciampato in una scarpa
dal tacco alto.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati