Reclamando vendetta

(30 novembre 1976 – n° 369)

Una storia è giunta
alle mie orecchie attente,
ed era una vecchia storia,
ne conoscevo già la fine.

La realtà l’ha fatta sua.

Eccoti qua, ancora una volta,
al mio cospetto,
mi guardi con occhi languidi
colmi di morboso desiderio,
dimentichi del passato.

Il dolore del passato
è tutto ancora qui,
nel mio cuore avvelenato,
come posso dimenticare?

Ho voglia di fartela pagare,
di farmi adorare
come un idolo da pregare,
voglio vederti strisciare,
sentirti umilmente chiedere.

Voglio la mia vendetta
per la sporca vita che reclama
soddisfazioni personali ed orgoglio.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

2 pensieri su “Reclamando vendetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.