Il tempo della monotonia

(24 gennaio 1977 – n° 385)

Domani mattina mi sveglierò
per andare dove ogni mattina,
con monotonia, mi conducono
i miei passi.

Sempre gli stessi,
non uno di meno
e sempre in attesa che possa
accadere qualcosa di nuovo.

Alla sera vado a letto
fiducioso nel domani
e speranzoso che possa accadere
qualcosa, in modo da rompere
questa monotonia.

Ma sono quasi diciannove anni
che spero, quanto potrà durare?

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.