Cose private

(14 aprile 1977 – n° 394)

Potrei parlare di te,
raccontare cose splendide,
descriverti nella tua bellezza,
parlare di noi,
ma le parole che andrei a cercare
sarebbero false, le frasi stupide,
le gioie provate terrei per me.

La nostra vita
non è degna di essere scritta,
ci sarà sempre qualcuno
pronto a criticarla e schernirla.

La vita è solo nostra,
le gioie e i dolori
nascono e muoiono
in noi, con noi.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati