Antichi castelli

(17 settembre 1977 – n° 408)

Immaginate quelle grandi
stanze di antichi castelli,
l’odore di antico,
l’aria statica,
fredda.

E’ bello accucciarsi
in un angolo della stanza
e sentirsi piccoli nella sua grandezza.

Stringersi al petto le ginocchia e
con gli occhi spaziare ogni
superficie murale.

Ragnatele lentamente oscillano
nel freddo che arrossa la pelle,
il brivido corre sulla schiena
e chinando la testa
il passato si fa presente.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati