Partenza

2016-04-15 Eilif Peterssen (1852-1928), Nocturne
Eilif Peterssen (1852-1928) – Nocturne

(5 gennaio 1981 – n° 519)

Abbandonarci al debole pianto
con sommesso lacrimare,
salutarci faceva proprio male
tra le nostre braccia intrecciate,
ricamate d’addio e incredulità.

Il treno era pronto,
il tempo: passato,
e noi vivevamo quell’assurdo
momento di presente
guardandoci muti.

Il bacio, l’abbandono
di commozione velato,
portarci dietro il grande vuoto:
la tua partenza,
la nostra solitudine.

Nel ricordo degli occhi lucidi
vedevo tutto il dispiacere,
tornando a casa spento e perso
di dolore interiore dipinto.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati