Estasi arcana

2016-02-20. Thomas Cole - The Course of Empire, Desolation - 1836
Thomas Cole – The Course of Empire, Desolation – 1836

(20 settembre 1982 – n° 675)

Vorrei fuggire dal mondo ostile,
troppo opprimente,
solo una porta rimane da aprire
prima di spiccare il grande salto
che mi porterà lontano.

Estasi arcana che mi attendi
stirato hai già il mio lenzuolo,
hai messo fiori nuovi,
freschi nel vaso.

Hai tirato le tende
e messo pesanti drappi scuri
affinchè la luce rimanga fuori.

Estasi arcana che mi reclami
hai visto i miei occhi chiudersi felici
di essere chiusi e le labbra distendersi
e rilassarsi in un ultimo falso sorriso.

Ora che sono parte di te posso
riaprire le finestre e cambiare il lenzuolo,
portare fiori nuovi e respirare.

Ora che sono l’estasi arcana vi attenderò,
uomini stolti e privi di senso, privi
di umanità, e riderò nel vedere le vostre
gelide lacrime calarvi sul volto, ed urlerò
di gioia quando i vostri occhi si chiuderanno
imploranti, quando il vostro falso amore
si ridurrà in solitudine e le vostre
amicizie in compassione.

Riderò di voi, uomini ignobili quando
ripercorrerete le vostre vite e ricorderete
tutti i torti e le non ascoltate parole
che vi chiederanno aiuto, un po’ di comprensione.

Io sono l’estasi arcana e voi soltanto il mio divertimento.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati