Contro il muro

2016-08-24 Alfred Kubin - Ogni notte ci ha inseguito un sogno - 1900
Alfred Kubin – Ogni notte ci ha inseguito un sogno – 1900

(30 settembre 1982 – n° 686)

Piove
e un’altra sera mi vede chiuso
nel polmone d’acciaio
dove per vivere ascolto te.

Questa cura interminabile mi snerva
e non so se riuscirò a guarire,
se camperò ancora solo per i tuoi occhi.

Tutto è assurdo come lo siamo noi
nel nostro parlarci,
nel nostro non vederci.

Programmiamo giorni futuri che non
verranno mai.

Sono mesi che mi dai una speranza,
una illusione per un futuro migliore,
ma come sei capace di donare verbalmente
riesci benissimo anche a togliere
come niente fosse.

Così ogni sera, che mi vede andare a letto
sempre prima per non pensare a te,
perché è questo ciò che penso ogni sera,
mi prende la voglia di spaccarmi la testa
contro il muro, per concludere non so cosa,
sempre che ci sia qualcosa da concludere.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.