Introspezione

Leon Spilliaert - Le Parc - 1944
Leon Spilliaert – Le Parc

(28 aprile 1993 – n° 840)

Dal buco della serratura spiavo i miei pensieri passati,
potevo osservarne gli errori, le devianze;
tutto era lì come l’avevo lasciato: vivo e lucido,
(la polvere non si posa mai sul pensiero).

Provavo i rimpianti, i rimorsi,
scoprivo il desiderio del chiarimento (ormai impossibile).
Il lasso di tempo trascorso è incolmabile:
altre vicende di vita l’hanno riempito,
altre persone, altri pensieri, altri rimpianti di sconosciuti.

Volevo chiarirvi, volevo spiegarvi, volevo, vorrei…

Vorrei spiegarvi, chiarirvi e …
farmi perdonare, capire, desiderare.

Desiderio di gioventù:
quanto è forte, quanto è grande,
quanto è immenso il desiderio di una mente
esplosiva, carica di energia,
di miti, di speranze future.

Ora che le ho consumate
cosa mai riserverà il futuro?

© Carlo Becattini

10 pensieri su “Introspezione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.