Treno merci

 

Dimensioni temporali 080517 col
Disegno personale – Senza titolo – 2017 – Tecnica mista: inchiostro su carta, colore virtuale

(20 marzo 1997 – n° 858)

Stipati nei vagoni luridi
di quell’inesorabile treno
sbuffante vapore eruttato
dalla lunga ciminiera,
tentavamo di trovare
il nostro spazio, se c’era,
scivolando gli uni sugli altri
come serpi aggrovigliate.

Quell’aria carica
di emanazioni vitali
ci toglieva il respiro
e ci odiavamo.
Eravamo un insieme
di esigenze e bisogni
che non potevamo assolvere,
se non quando costretti.

I nostri corpi
ribellati ai desideri
non si curavano del pudore
e sfacciatamente emettevano le loro scorie.

Nella sofferenza,
la vergogna lasciava spazio all’indifferenza.

© Carlo Becattini