Forze naturali

Spazio 300119 col
Disegno personale – Senza titolo – 2019 – Tecnica mista: inchiostro su carta, colore virtuale

(27 marzo 1997 – n° 865)

Cantano un dio
perché sono vuoti,
fragili come coppe di cristallo
pronte a frantumarsi.

Perché sono miseri,
e non riescono a dare
un senso alla vita,
e chi mai può!

Che senso può avere
la vita di qualcuno
che canta un dio?
Essi ignorano di desiderare
se stessi.

Anche se incredibile
siamo tutti soli,
ci confortiamo tra di noi
ma siamo soli.

Soli splendenti
galassie in espansione
infiniti universi paralleli.

Giochiamo con sfere armillari
con armi nucleari
quando il nucleo siamo noi
quando gli atomi siamo noi
quando noi siamo soltanto cibo
per il nostro pianeta.

© Carlo Becattini