Lavoro

La città 170417 col
Disegno personale – La città – 2017 – Tecnica mista: inchiostro su carta, colore virtuale

(3 giugno 2003 – n° 919)

Ripetitive azioni monotone
oscillanti come un pendolo,
come uno scroto sbattuto
tra il pene e l’ano
nell’affanno della corsa,
così la vita quotidiana,
lo spreco del talento
e della vitalità
e della vita
e della età,
lo spreco totale di noi stessi
dietro al lavoro che ci rende
bestie, automi, schiavi, frustrati;
il lavoro che ci siamo inventati
per la propria costrizione,
castrazione.

© Carlo Becattini