Le donne tra amore e non amore

2013

Fin da ragazzo ho sempre amato le donne, tanto da farne la mia ragione di vita.
Il mio amore era profondo, completo e coinvolgeva l’anima ed il corpo di entrambi.
Ad ogni lei ho sempre dato tutto me stesso, ma non sempre sono stato ripagato con la stessa moneta.
Raramente le donne amano spassionatamente, il realismo e la ragione le porta spesso a soppesare e valutare i pro e i contro di un rapporto con un uomo.
Vanno sempre oltre, pensano al futuro e ad ottenere il meglio con il minimo sforzo.
Le donne sono furbe e audaci, sanno dosare con arguzia il dare e l’avere, anche se si tratta del loro corpo e su di esso hanno sempre fatto molto affidamento.
Mi rendo conto ora che ben poche mi hanno amato veramente anche se con loro ho condiviso tutto quanto era in mio potere.
C’è voluta una vita intera per arrivare a conoscerle a fondo ma ancora oggi posso incontrarne sempre qualcuna capace di sorprendermi.
Non sono stato un santo e le ho anche usate senza che ne ricevessero niente in cambio. L’amore non è commercio.
La loro parte più nascosta ed inaccessibile è quella che ho sempre preferito, parlo della loro anima, della donna vera, quella che non è solo apparenza, anche se si trova camuffata con un corpo talmente attraente da riuscire a distorcere la realtà degli uomini, così emozionante da far vacillare la ragione.
Bella o brutta, in ogni donna si cela una bambina da amare con dolcezza e passione, da cullare per farla sentire importante, da abbracciare o solamente affiancare.
Condividere con lei tutti i sensi è un’esperienza che accresce interiormente ed appaga il fisico e la mente.
Eh, si! Poche mi hanno amato veramente ed a lungo. Io le ho amate tutte.
Comunque, amore o non amore, è la sincerità il motore che muove le persone, le fa vivere appieno la loro vita nel benessere reciproco.
Una l’ho amata così tanto che quando mi ricambiò non l’amai più.
Un’altra l’amai così a lungo che non fui mai ricambiato.
Una invece non l’amai ed anche lei non mi amò, ma fummo così sinceri da desiderare solamente i nostri corpi che del resto non ce n’è mai importato nulla, ed io la ricordo con piacere più di tutte le altre.
Infine, con tutte le amate che mi hanno ricambiato ci amiamo ancora incondizionatamente anche se non stiamo più insieme.
L’amore per gli esseri umani è un concetto che muta di significato col passare del tempo e dell’età. Tante sono le combinazioni, gli intrecci del destino, e tutte valgono la pena di essere vissute.

© Carlo Becattini

Il gallo

_ Pablo Picasso - Cat Devouring a Bird [1939]
Pablo Picasso – Cat Devouring a Bird [1939]

(18 giugno 2004 – n° 968)

Alza la cresta, cala il bargiglio,
sbatte il becco contro il giaciglio,
s’alza il gallo… ma che cipiglio,
ancora una mattina e poi lo ripiglio.

Lo afferro e lo tengo stretto,
con le sue piume imbottisco il letto
e poi con il resto mi sazio lesto.

Cala il bargiglio, alza la cresta,
picchia veloce sulla mia testa,
vola il gallo dalla sua cesta,
ancora un mattino e nulla mi resta.

© Carlo Becattini