Fuga

Composizione col
Composizione personale con tubi in cartone – Senza titolo – Fotografia personale

 

(27 marzo 1997 – n° 864)

Realtà Virtuale

Virtuosismo irreale

Cosa dobbiamo inventare
per fuggire dalla realtà!

© Carlo Becattini

In fuga

2017-03-26_004 col
Disegno personale senza titolo – anno 1999 (tecnica mista: matita su carta, colore virtuale)

(19 marzo 1997 – n° 851)

Marciavano dentro i canali
scodinzolando come maiali,
erano tanti, eran potenti
ma senza denti, pensavan,
come si fa?
Era maggio, un maggio scuro,
ma forse fu a giugno che
fuggirono in massa,
questo è sicuro.
Aggrappati l’un l’altro
come in cordata,
strisciavano nei campi,
sicuri che prima o poi
il piede del primo,
nell’ultimo suo passo,
sarebbe saltato per aria
come un sasso.
Che merda di campi,
quelli minati.

© Carlo Becattini

In fuga

(12 luglio 1976 – n° 344)

Circondato da molti sguardi
cerco di fuggire da questa foresta
di menti umane sempre pronte
a rubare ogni piccola stranezza.

Scappo,
ma non so dove potrò fermarmi,
non so dove potrò adagiare
il mio pensiero.

Lui vaga da molti anni
in cerca di una risposta
alle proprie domande.

Adesso è troppo lontano perché
possa sentirmi.

Se trovate un pensiero vagante
portatelo a me,
che l’ho perduto molto tempo fa.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

In fuga

(3 aprile 1976 – n° 295)

Sono fuggito e mi sono nascosto.

Lunghe braccia del cielo.

Ancestrali musiche e pantomimiche immagini
di una vita morta.

Il bene non si vede
e la paura vola sui monti.

Cade l’uccello dal cielo e muore.

L’io interiore fugge e l’essenza esterna
cerca di raggiungerlo.

Nello scontro di energie la fine dell’essenza,
con fragore si separano del tutto.

Carlo Becattini
© Tutti i diritti riservati