Parole per te

Arte giapponese – Suzuki Shonen

(14 agosto 2010 – n° 1086)

Vorrei dirti cose belle,
emozionarti sussurrando,
e poi volteggiare in aria
e ricadere sorridendo,
dolcemente, come una foglia,
come una piuma.

Vorrei dirti tante cose
ma tutto l’universo
trama contro
e l’esorcizzo così:
dicendo tante cose piccole,
insignificanti ma vive
come la vita effimera
d’una farfalla.

Vorrei scriverti ancora,
ancora e ancora,
a lungo … per sempre
per aprire la mia mente
una volta per tutte
e non richiuderla mai più.

© Carlo Becattini

Nuvole

Trovami 2018 col
Disegno personale – Senza titolo – 2018 – Tecnica mista: inchiostro su carta, colore virtuale

(7 maggio 1997 – n° 887)

Scivolano via lente e incontrollate
fuggono verso l’orizzonte
sparpagliate e in mutamento
ruzzolando le une contro le altre.

Le loro parole portate dal vento
si perdono così lontano che
nessun altro mai udirle potrà.

Solleticandosi scappano
scalciando e ridendo spensierate
felici prede di un momento
di mutamento.

© Carlo Becattini