La tua assenza

Carl Vilhelm Holsoe – Waiting by the window

(13/23 marzo 2008 – n° 1042)

Date, ricorrenze, numeri,
significati occulti,
significanti riferimenti
evocano latente
il tuo respiro,
la femminilità
di un altro tempo,
di un altro io,
di altri noi.
E vedo la continuità,
la sento, palpabile
profumo di fiore,
petalo di rosa,
la mia mente
non comprende
questo vuoto,
la tua assenza.

© Carlo Becattini

Immutabili

Henri Matisse – Woman in a Purple Coat – 1937

(13 marzo 2008 – n° 1044)

All’approssimarsi del segno sulla ruota
reco ancora capacità impensate:
il tempo non ha consistenza,
i nostri corpi ancora vent’anni,
osservo con gli occhi della memoria
la forza, la bellezza, l’ardire,
non siamo mutati.

© Carlo Becattini

Col senno di poi

Arnold Böcklin – Autumn – 1901

(6 marzo 2008 – n° 1043)

Perennemente insoddisfatti
ci siamo persi
nella ricerca dell’anima ideale
inseguendo un’idea,
facendoci del male,
ed ora ti presenti a me
con sguardo fiero
ad alimentare le fiamme
del tormento.
Ma ciò che ho travisato
per fierezza
altro non era che pentimento.

© Carlo Becattini

Inseparabili

Felix Vallotton – Donna a letto che gioca col gatto

(6 marzo 2008 – n° 1041)

Abbiamo impiegato
gli anni migliori
per legarci stretti,
perdendo tranquillità
e libero arbitrio,
dando adito alla passione
d’invadere prepotentemente
le nostre vite.
Ed era il piacere
a comandare azione e movimento,
ed era l’affetto, l’abitudine,
ed infine la distanza e l’indifferenza
che abbiamo usato per tagliarci la pelle
con reciproco piacere
nel tentativo maldestro
di liberarci dal legame,
ma non volevamo,
non lo abbiamo mai voluto
perché sapevamo d’essere
parti complementari dello
stesso insieme.

© Carlo Becattini

Modestamente

Baron Arild Rosenkrantz – Offering at twilight

(6 marzo 2008 – n° 1039)

Sono il migliore degli uomini,
sono il migliore tra gli Dei,
sono al di sopra di tutto e di tutti,
l’umanità altro non è che
il fastidioso ronzare di un insetto.
E’ tanta la luce che mi avvolge,
non esiste nessuno al pari di me.

© Carlo Becattini

De’ ricordi belli

The Willows of Marissel -Jean Baptiste Camille Corot – 1857

(22 febbraio 2008 – n° 1037)

Compiere gli anni mi rende
profondamente triste.
Sarà che non ho più
alcuna aspettativa dal futuro,
che l’ansia di vivere mi stritola
fisicamente e psichicamente,
sarà che … sono già morto?

E la paura dell’ignoto mi angoscia
in questa solitudine …
perché siamo soli e non c’è
nessuno che possa aiutarci.

Mi consolo e provo sollievo
al pensiero de’ricordi belli
e l’animo s’acquieta
d’infinita dolcezza
e candido piacere.

© Carlo Becattini

Città che non è più

Monumento al Principe indiano Rajaram Chuttraputti morto a Firenze il 30 nov 1870 a 21 anni – Qui, alla confluenza del torrente Mugnone col fiume Arno furono sparse le sue ceneri – Cascine – Firenze

(20 febbraio 2008 – n° 1036)

Movimento tra vite altrui,
cammino per luoghi vissuti,
palazzi, strade, vicoli bui.

Movimento tra vite altrui,
vortice sensoriale,
sconvolgimento emozionale.

Penetrare nell’intimo della storia,
toccarla con mano esalta l’impresa,
tutto ciò che non è più, vive.

© Carlo Becattini