Il vuoto è una mancanza

(27 marzo 1980 – n° 462)

Andando via hai lasciato
un profondo vuoto attorno a me,
ed in quel vuoto vedo
un amore grande e travolgente.

Non parlo di pura attrazione fisica,
ma di un amore così forte che
sembra quasi una maledizione.

Sono anni che ti amo
e non credevo che ciò potesse
durare così tanto.

Pensavo che quando si è innamorati
ci si potesse anche disinnamorare,
ma non è così,

si rimane innamorati per sempre,
al massimo possiamo fingere
di dimenticare.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Annunci

Unione

(27 marzo 1980 – n° 461)

Guardami ancora negli occhi
tenendomi il volto tra le mani
mentre tremiamo nel pronunciare
con difficoltà quelle parole d’amore
a cui non siamo abituati.

Da tanto tempo ci conosciamo
ma è solo da pochi giorni che
comincio a conoscerti quale sei,
e mi piaci,
mi piaci da impazzire.

Vorrei portarti via con me,
per vivere insieme,
uniti nel corpo e nell’anima.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Non basta

(27 marzo 1980 – n° 460)

Non ti vedo più con gli occhi di una volta,
quando mi bastava, ed ero felice,
di vederti ogni tanto,
di parlare con te di sciocchezze,
di andare in giro scherzando.

Vorrei averti per me in ogni istante,
stringerti, carezzarti, baciarti,
tenerti il volto tra le mani,
parlarti guardandoti negli occhi.

Sempre più sento la tua mancanza,
saperti lontana mi fa pesare
tutte le frasi che avrei dovuto dirti
e che non ti ho detto.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati

Ti amo

(27 marzo 1980 – n° 459)

In questi giorni hai risvegliato
l’amore assorto nel silenzio,
nascosto in un angolo della mente,
quell’amore represso dalla vita
quotidiana, dalla tua lontananza.

Quando siamo insieme
non penso a quanto sono felice,
ma cerco di assaporare profondamente
ogni attimo da noi creato.

Questo è amore sincero,
è amore dell’anima e del corpo,
è amore totale,
ti amo e vorrei ripeterlo all’infinito.

Ti amo e vorrei averti sempre con me,
in ogni attimo, in ogni luogo,
in ogni tempo.

La tua lontananza cerca di angosciarmi
ma resisto, sapendo che ti rivedrò.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati