Il tuo silenzio

 

2017-02-10. Amedeo Modigliani, Junge Frau im Hemd, 1918 © Albertina, Wien
Amedeo Modigliani, Junge Frau im Hemd, 1918 © Albertina, Wien

(15 maggio 1984 – n° 809)

Non posso ancora credere di dover gettare via
una parte della nostra vita.
Allora i nostri anni non sono serviti a niente.
Invece di avvicinarci ci hanno allontanati.
Destino? No, troppo facile.
Forse siamo entrambi colpevoli.
Ho la sensazione che tu stia andando
contro la tua volontà
e insisti nel non spiegare, nel tacere.
Mi guardi fisso negli occhi
come a chiedere aiuto,
ti tendo le mani, però mi sfuggi sempre,
mostrandomi il muro che ti circonda.
Vorresti, oh si, lo so che vorresti spiegarti,
ma ne sei incapace e tieni tutto dentro di te,
niente trapela,
solo ansia, apprensione, problemi.
Vorrei… capirti, aiutarti, parlarti,
cerca di non essere più roccia
come vuoi apparire, perché non lo sei,
sei più fragile di quanto tu possa credere
ed allora lasciati andare, se vuoi, tu puoi.

© Carlo Becattini

Maria, non mi aspettare

43 fiore

(19 giugno 1976 – n° 332)

Cadere falciato
dalla mitraglia,
rotolare a terra
corpo morto.

Maria, non mi aspettare.

Con il viso sanguinante
tra le foglie del bosco.

Alla stazione, venerdì.

Solo una raffica
e poi il silenzio.

Non ci sarò.

© Carlo Becattini
Tutti i diritti riservati